FORMAZIONE, DEDUCIBILITA’ PER PROFESSIONISTI

Tra le spese che il professionista con Partita IVA può dedurre ai fini dell’imposta sul reddito ci sono anche quelle di formazione e aggiornamento professionale. Il riferimento legislativo è l’articolo 54, comma 5 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR):

“le spese di partecipazione a convegni, congressi e simili o a corsi di aggiornamento professionale, incluse quelle di viaggio e soggiorno sono deducibili nella misura del 50 per cento del loro ammontare”.

Spese deducibili da IRPEF e IRAP:

quota di iscrizione ai corsi, convegni e congressi; spese di viaggio per raggiungere la sede del corso o convegno; spese di vitto durante il corso o convegno; spese di alloggio per la partecipazione

I corsi di formazione devono essere inerenti alla professione svolta. Ad esempio, il consulente del lavoro potrà dedurre le spese per un corso sulla elaborazione delle buste paga. Anche per i corsi di formazione online in modalità e-learning le spese sono deducibili, sempre del 50%.

Deducibilità IRPEF iscrizioni e viaggi: deducibilità del 50% sul 100% della spesa. vitto e alloggio: deducibilità del 50% sul 75% delle spese. Iscritti albi professionali

La circolare n. 35/E 2012 dell’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la deducibilità è applicabile anche alle spese per la partecipazione alla formazione continua obbligatoriadegli iscritti in albi professionali come ingegneri, avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro, geometri, ecc.

Related Posts

Write a comment